Crowdfunding: le migliori campagne di Settembre

idaqo.com blog - crowdfunding settembre 2016

L’estate è ormai finita da un pezzo ma un po’ di atmosfera vacanziera si sente ancora nelle campagne che si sono concluse a settembre e molti dei prodotti che abbiamo selezionato hanno un collegamento con l’aria aperta o i viaggi.

Soprattutto, notiamo come continuino a nascere progetti interessanti nell’ambito delle borse/zaini, da viaggio o da lavoro. Forse negli ultimi anni questa tipologia di prodotti non è stata in grado di innovare e rinnovarsi a sufficienza?
Sicuramente sono prodotti su cui si può ancora dire molto, a livello di materiali, funzionalità e forse soprattutto usabilità. Rispetto a qualche anno fa abbiamo molti più oggetti che ci accompagnano abitualmente, durante la vita di tutti i giorni, e che portiamo sempre con noi quando siamo in movimento. Poterli trasportare ovunque, comodamente, è importantissimo.
Saranno questi piccoli produttori a cambiare il nostro modo di intendere borse e zaini in futuro? Che cosa cercate o cosa vorreste vedere in un prodotto di questo tipo?

 

Eccovi la nostra selezione dei prodotti più interessanti di settembre:

 

The NOMATIC Travel Bag
LINK: https://www.indiegogo.com/projects/the-nomatic-travel-bag-backpack/

 

Nomatic non è un marchio nuovo nel mondo del crowdfunding. Nato nel 2014 con l’idea di un portafoglio sottilissimo, nel 2015 si erano già ripresentati con un progetto totalmente diverso, un notebook cartaceo.
Come dicono loro stessi nel video introduttivo, la loro forte passione per i viaggi, già intuibile nelle tipologie di prodotti su cui hanno lavorato finora, li ha portati naturalmente a sviluppare il loro ultimo progetto: una borsa/zaino da viaggio.
Oltre ai materiali utilizzati, quello che colpisce sono soprattutto l’usabilità e la cura con cui sono stati organizzati tutti gli spazi all’interno della borsa. Nulla è stato lasciato al caso e c’è uno spazio apposito davvero per ogni cosa.
La borsa da viaggio definitiva?

 

 

 

PRVKE 21 – The Bag For Everyday Carry & Cameras
LINK: https://www.kickstarter.com/projects/wandrd/prvke-21-the-best-bag-for-everyday-carry-and-camer
https://www.indiegogo.com/projects/prvke-21-the-bag-for-everyday-carry-cameras-photography-backpack/

 

PRVKE 21 (abbreviazione di “provoke”?) è la seconda iterazione di un progetto nato nel 2015 per creare una borsa da viaggio con un occhio di riguardo al mondo della fotografia, che fosse allo stesso tempo comoda, robusta e bella da vedere.
Al di là delle funzionalità e della qualità del prodotto, è innegabile che uno degli aspetti più curati sia sicuramente il design. Strizzando un occhio alle ultime tendenze nel mondo degli zaini, la parte superiore arrotolabile è sicuramente uno degli elementi distintivi di questo prodotto e, oltre ad essere ottima per l’impermeabilità, permette di aumentare facilmente la capacità dello zaino quando necessario.
PRVKE 21 riprende le linee dello zaino più grande prodotto da WANDRD, in un corpo stavolta più piccolo e adatto agli spostamenti di tutti i giorni.

 

 

 

Everyday backpack
LINK: https://www.kickstarter.com/projects/peak-design/the-everyday-backpack-tote-and-sling
https://www.indiegogo.com/projects/the-everyday-backpack-tote-and-sling-photography-bag/

 

Come vi dicevamo all’inizio dell’articolo, questo mese ci sono stati davvero tanti progetti legati al mondo “borse e zaini”. Eccoci quindi di fronte a un nuovo progetto di questo tipo, composto stavolta da ben tre prodotti distinti: uno zaino, una borsa da braccio e una piccola tracolla.
Il progetto anche questa volta è stato lanciato da una compagnia esperta, con alle spalle più di venti prodotti e ben cinque campagne di crowfunding, finanziate tutte con grande successo.
Tra i tre prodotti presentati, lo zaino ha ricevuto giudizi entusiasti da chi ha avuto modo di testarlo (The Verge, per esempio).
Con ben due campagne (una su Kickstarter e un’altra su Indiegogo), Peak Design ha raccolto per questi prodotti più di $13 milioni da migliaia di utenti. Un successo davvero incredibile!

 

A proposito di questa azienda, vi riportiamo una simpatica citazione presa dal loro sito, su come è nata l’idea alla base di questi prodotti (chi di noi avrebbe fatto la stessa cosa?!):

“In 2010, a fresh-faced, Minnesota-born, good-to-know-ya lad named Peter Dering went on a 3-month trip around the world. During this trip he learned that carrying a DSLR camera is a pain in the touchis. He returned to his San Francisco apartment and did what any responsible person would do: quit his nice job and spent 10 months designing a little thingy-dingy for carrying cameras.”

 

 

Omnicharge: Smart & Compact Portable Power Bank
LINK: https://www.indiegogo.com/projects/omnicharge-smart-compact-portable-power-bank-smartphone-powerbank/

 

$2,5 milioni di finanziamenti raccolti per una batteria portatile da $199-299 (a seconda del modello). Cos’avrà di tanto speciale questo prodotto, rispetto alle centinaia di modelli in vendita su tantissimi ecommerce, a una frazione del suo prezzo?
Diciamo che la qualità e la quantità di funzioni incluse in questo prodotto sono davvero notevoli: batteria da 13600/20400 mAh, 4 porte USB con ricarica veloce (lo standard di ricarica Quick Charge 3.0 di Qualcomm è pienamente supportato), ricarica wireless Qi, una presa elettrica a dimensione standard, una porta di alimentazione per collegare e ricaricare direttamente portatili/macchine fotografiche/etc. e un’altra porta (universale) che permette di usare gli alimentatori di questi oggetti per ricaricare lo stesso Omnicharge, quando ne avete bisogno.
Sulla carta le funzionalità sono tali e tante da rendere questo prodotto il caricabatterie DEFINITIVO per chiunque, dall’appassionato di tecnologia, al business man al viaggiatore.
Bastano secondo voi a giustificare un prezzo molto più alto della media?

 

 

 

Estream
LINK: https://www.kickstarter.com/projects/hyerinster/estream-a-portable-water-power-generator-fits-into/updates
https://www.indiegogo.com/projects/estream-a-portable-water-power-generator-adventure/

 

Ci piacciono fondamentalmente tutti i progetti un po’ “fuori dal coro”, magari anche molto semplici, ma che “non ti aspetti”. E’ sicuramente il caso di questa piccola turbina per la produzione di energia elettrica dall’acqua corrente.
Sicuramente un prodotto per pochi, visto che per utilizzarlo è necessario un fiume o un corso d’acqua in grado di offrire un adeguato e continuo flusso d’acqua. Tuttavia, nell’ottica di una produzione energetica sempre più “off the grid” e legata a fonti rinnovabili, prodotti come questo ci piacciono molto. In accoppiata con l’alimentatore/batteria di cui abbiamo parlato sopra o con un piccolo pannello solare, potrebbe però risultare davvero comodissima per chi ama viaggiare e passare lunghi periodi a contatto con la natura, lontano dalle comodità cittadine.

 

 

 

PIECE
LINK: https://www.indiegogo.com/projects/piece–2/

 

Chi di voi, accanto al proprio telefono personale, ne utilizza abitualmente un altro per gestire i contatti lavorativi?
In questi anni sono arrivati sul mercato moltissimi modelli di telefoni dual SIM per venire in nostro soccorso, ma chi è da sempre legato al mondo Apple non ha nessuna soluzione semplice, se non quella di portare con se fisicamente due telefoni.
PIECE è un minuscolo dispositivo che promette di risolvere proprio questo problema: poter utilizzare due SIM, su qualsiasi telefono. L’idea è quella di delegare a PIECE la gestione della seconda SIM e, tramite connessione bluetooth, utilizzare un qualsiasi altro telefono per gestire tutte le chiamate in entrata o in uscita verso questo secondo numero.
Praticamente, al posto di avere un secondo telefono in tasca o nella vostra borsa, basterà tenere con se questo piccolo dispositivo ed effettuare tutte le operazioni telefoniche legate alla seconda SIM sul vostro telefono principale.
Potrebbe tornarvi utile?

 

 

 

ZUNGLE : Wear the Beats
LINK: https://www.indiegogo.com/projects/zungle-wear-the-beats–3/
https://www.kickstarter.com/projects/zungle/zungle-wear-the-beats

 

L’ultimo prodotto che vi presentiamo oggi è un progetto di quest’estate, che ci era sfuggito, ma che merita assolutamente di essere presentato.
L’idea è quella di sfruttare la conduzione ossea del suono per poter ascoltare musica o parlare al telefono, semplicemente indossando un paio di occhiali!
Sembra fantascienza ma questa tecnologia di trasmissione del suono esiste già da tempo, anche se i suoi utilizzi in prodotti di massa sono ancora limitati. Praticamente: il suono viene trasmesso sotto forma di vibrazioni dagli occhiali alle ossa della vostra testa e da queste al timpano. Il risultato è che solo voi sarete in grado di sentire questi suoni, mentre chiunque si trovi vicino a voi non sentirà assolutamente nulla.
Oltre alla comodità di permettervi di fare a meno delle cuffie, uno dei punti di forza di questo prodotto è quello di lasciare le orecchie libere di sentire tutti i suoni e i rumori dell’ambiente che vi circonda. Per questo, più che a un pubblico di audiofili, questo prodotto è pensato soprattutto per chi fa sport all’aria aperta o per chi si trova in mezzo al traffico cittadino e deve poter sentire quello che accade intorno a lui, per evitare automobili o altre tipologie di pericoli.
Un prodotto davvero interessante e che probabilmente farà da apripista per molti altri prodotti simili. Assolutamente da tenere d’occhio!

 

 

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono rende.